Alessandro Amato

Compositore e pianista, autore di musica strumentale, cameristica, sinfonica e lirica. Inizia giovanissimo la sua esperienza in campo musicale rivelando ben presto particolari attitudini e sensibilità artistiche. Intrapreso lo studio del pianoforte consegue poi il diploma con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Musica “N. Piccinni” di Bari sotto la guida del pianista pugliese Vito Reibaldi. Ha svolto, anche se per un breve periodo, attività di direttore d’orchestra e coordinatore artistico di alcune orchestre giovanili. Durante questo percorso di sperimentazioni musicali cresce l’impeto della composizione che coltivava silenziosamente sin dall’età di 14 anni. Decide pertanto di intraprendere lo studio della Composizione e si diploma con il massimo dei voti sotto la valida guida del compositore genovese Andrea Marena, presso il Conservatorio di Bari.  Nel corso di pochissimi anni matura innumerevoli esperienze che spaziano dalla composizione di brani originali fino alla trascrizione di musiche celebri. Nel 2004 affianca il compositore-didatta Remo Vinciguerra nelle vesti di maestro assistente e collaboratore per il corso “Da grande farò il compositore” conclusosi con la pubblicazione del libro “I pentagrammi della Sarropezzi facili per lo studio del pianoforte in stile moderno (Edizioni Florestano). Nel 2006 scopre la gratificazione della musica di scena, collaborando con vari teatri italiani. Negli ultimi anni ha scritto musica di scena orchestrale ricordando, tra gli altri, uno degli ultimi lavori con soggetto fiabesco dal titolo “Il Grinch che rubò il Natale” (regia di A. Tuti), mentre si fa assidua la collaborazione col Teatro Abeliano di Bari per il quale si ricorda la musica composta per l’opera “Sogno di una notte di mezza estate” di W. Shakespeare (regia di V. Signorile). Sempre per la stessa produzione Teatro Abeliano, ha scritto la musica di scena per “Salomè - L’ultima tentazione” opera diretta dal noto regista e attore pugliese Vito Signorile. Nel contempo si affaccia al settore editoriale: prende parte, tra l’altro, alla pubblicazione di un libro intitolato “Ildebrando Pizzetti e la Lirica vocale da camera” di Maria Panunzio (Edizioni Papageno, 2007) curando l’analisi compositiva delle liriche per canto e pianoforte dello stesso Pizzetti; pubblica alcune  composizioni per pianoforte tra cui Implorazione (Edizioni Esarmonia, 2007), una “suite zoologica”  intitolata “Five animal portraits” (Florestano Edizioni, 2008), un pezzo caratteristico dal titolo Visioni (Edizioni Esarmonia), “The devil is dancing with the monkey” - Fantasia per clarinetto, violoncello e pianoforte (Edizioni Armelin Musica - Padova, 2010).

 

Nel maggio 2008 è risultato vincitore del Premio Internazionale di Composizione al 18° Concorso Internazionale di Barletta.

 

Attualmente vive a Padova dove svolge attività didattica.