Antonio Valente

(1520ca-1580ca)

Versi spirituali sopra tutte le note,

con diversi canoni spartiti per sonar negli organi, messe, vespere, et altri officii divini. Napoli, 1580

A cura di / Edited by Maurizio Machella
 
€ 28,00
pp. 56
ISMN 979-0-2158-2196-5
N. Collana AMM 070
Sample Page
 
Altre composizioni per ORGANO

Collana ANTIQUI MUSICI MAGISTRI

 

Antonio Valente

Poco sappiamo di Antonio Valente che visse a Napoli tra il 1520 e il 1580 circa.

Cieco dall’infanzia fu organista nella chiesa napoletana di Sant’Angelo a Nilo, chiamata anche cappella Brancaccio, ubicata nel centro storico della città partenopea.

Oltre per la sua abilità all’organo fu un profondo studioso dell’armonia al cui progresso diede incremento.

Pubblicò Intavolatura de cimbalo; Recercate, Fantasie et Canzoni Francese, ecc (Napoli, 1576) e la presente raccolta di Versi Spirituali pubblicata presso l’editore Eredi Matteo Cancer, nel 1580. Alcune di queste composizioni furono inserite da Luigi Torchi nella famosa raccolta L’arte musicale in Italia (Milano, 1897). L’integrale in edizione moderna della raccolta dei Versi Spirituali fu pubblicata per la prima volta nel 1967 a cura di Ireno Fuser per i tipi della Casa Musicale G. Zanibon di Padova.

Per quest’opera, di perfetta scrittura contrappuntistica e di uno stile organistico perfettamente delineato, Antonio Valente si può annoverare tra i grandi della musica del Cinquecento.

.