Giulio Zacchino

(sec XVI)

Mottetti a quattro voci (1572)
Edizione moderna secondo le fonti originali a cura di Giovanni Luca

€ 38,00

ISMN 979-0-2158-1744-9
N. Collana ECV 144
Sample Page
Altre composizioni per CORO A CAPPELLA
Altre composizioni per CORO E ORGANO

Giulio Zacchino, musicista che visse e operò nella Trieste del Cinquecento,  non è solo ricercato organista e abile organaro, ma anche solido polifonista capace di bilanciare articolazione contrappuntistica e cura per l’intelligibilità del testo, secondo gli orientamenti della Controriforma. Lo stile è severo ed equilibrato nel trattamento delle parti, che lasciano pochi varchi in un ordito denso e ricco di spunti imitativi: «vitat pausas», si direbbe riprendendo un’osservazione che riguardò in un’epoca precedente il polifonista Nicolas Gombert. Mottetti come brevi, quasi aforistici ricercari, austeri ed ariosi al tempo stesso.

 

Contenuto:

 

Apparato Introduttivo

 

 

 

I 29 Mottetti:

  1. Cara Deum soboles
  2. Ave sanctissima 
  3. Ave virgo gratiosa 
  4. Adaperiat dominus
  5. Tua est potentia
  6. Spem in alium
  7. Nos alium Deum
  8. Verbum iniquum
  9. Magna enim sunt 
  10. Domine exercituum
  11. Ipsi veniunt
  12. Veh mihi
  13. Sancta in manu
  14. Congregati sunt 
  15. Dicebat intra se 

 

  1. Stans a longe 
  2. Lugebat autem
  3. Peccavi super numerum 
  4. Quondam iniquitatem
  5. Venit Michael
  6. Domine mi rex 
  7. Tu Domine 
  8. Formavit igitur 
  9. Vidi Dominum 
  10. Edificavit Noe 
  11. Facile est concludi
  12. Accingimini et estote
  13. Miserere
  14. Innova signa