Florindo Gazzola

L'Accordatura degli antichi strumenti da tasto
Metodo progressivo per le accordature storiche su clavicembalo, clavicordo, fortepiano e ogni altra sorte di strumenti.
Presentazione di Angelo Zaniol
 
Pp. 155, Numerosissimi esempi
N. Cat. I&C 008

€ 28,00

Indice del Volume
Presentazione del volume
L'Autore
Altri libri di Musicologia

collana Intelligere & Concertare

PRESENTAZIONE DEL VOLUME

L’opera, in tre parti e tre appendici, ripercorre tutta l’evoluzione storica delle intonazioni sulla tastiera, dall’intonazione pitagorica al temperamento equabile.

Nella prima parte, rigorosamente pratica e assolutamente indipendente dalle altre due, si forniscono le istruzioni dettagliate per la realizzazione progressiva degli intervalli puri, dall’unisono al ditono. Con grande attenzione, tra l’altro, al corretto uso della chiave di accordatura. Si prosegue poi curando particolareggiatamente la realizzazione dell’intonazione pitagorica, del temperamento mesotonico a terze maggiori pure, dei principali temperamenti sei-settecenteschi, di due proposte moderne e del temperamento equabile. Qui è stata profusa tutta l’esperienza didattica accumulata dall’Autore in più di venticinque anni, sia come docente di accordature storiche sia come accordatore pratico.

Le due parti rimanenti sono rivolte a quanti vorranno acquisire una consapevolezza razionale di quello che si è visto e realizzato nella prima parte.

La seconda parte, ricalcando le orme della prima, analizza dunque gli aspetti matematici elementari dell’espressione degli intervalli e del calcolo di questi nei vari temperamenti, considerando l’importanza delle seconde e specialmente delle terze maggiori per il valore espressivo degli stessi. Si danno qui anche le istruzioni per la realizzazione pratica del temperamento mesotonico a terze minori pure.

La terza parte analizza in maniera chiara e intuitiva tutti gli aspetti fisici che sono indispensabili per la comprensione dei fenomeni implicati nell’accordatura, come il comportamento delle corde vibranti e il cruciale fenomeno dei battimenti; nonché la giustificazione razionale di certe scelte pratiche operate dall’Autore nella prima parte.

Particolare importanza assume la prima appendice dedicata al clavicordo dove si sottolinea, tra l’altro, il valore che ha avuto storicamente questo strumento per l’evoluzione dei temperamenti.

La seconda appendice contiene utili suggerimenti pratici per accordare prima e durante i concerti.

La breve terza appendice mette in risalto l’importanza dei temperamenti storici per evitare certi errori di trascrizione da partiture antiche.

  


 L' AUTORE

Florindo Gazzola, nato a Bassano del Grappa nel 1951, è docente di matematica nella scuola secondaria.

Appassionato cultore di musica, si dedica da molti anni all’esecuzione amatoriale al clavicembalo, al clavicordo, al flauto dolce e negli ultimi tempi anche al violino antico, strumenti da lui stesso quasi tutti costruiti. Lo stesso amore lo ha portato ad approfondire sempre più e per diretta esperienza la conoscenza organologica degli strumenti che suona e costruisce, specialmente nei loro aspetti fisici.

È stato allievo di Mark Lindley per le accordature storiche e di Grant O’Brien per la costruzione del clavicembalo.

I suoi strumenti sono stati suonati dai maggiori concertisti del mondo e innumerevoli sono le registrazioni in cui sono stati usati.

Da molti anni è invitato presso conservatori, festivals e corsi di musica antica a tenere seminari sulla storia e sull’organologia di clavicembalo e clavicordo, dimostrazioni al monocordo dei legami tra matematica e musica e corsi di accordature storiche.

 


INDICE DEL VOLUME

Prefazione

Ringraziamenti

 

PARTE PRIMA: PRATICA

Chiave e caviglie

Il maneggio della chiave

 

LA REALIZZAZIONE PRATICA DEGLI INTERVALLI PERFETTI

L'unisono

L'ottava perfetta o diapason

La quinta perfetta o diapente

La quarta perfetta o diatessaron

La terza maggiore pura o ditono

 

LA REALIZZAZIONE DEI TEMPERAMENTI

L'intonazione pitagorica

Il temperamento mesotonico a terze maggiori pure

La scala diatonica tolemaica o di Zarlino, detta anche naturale o dei fisici

Il temperamento di Kirnberger no1

Il temperamento di Kirnberger no2

Il temperamento di Kirnberger no3

Il temperamento di Werckmeister III

Il temperamento di Kellner per Bach Il tempérament ordinaire

Il temperamento di Vallotti

Temperamento "sottilmente inequabile" dell'Autore

Il temperamento equabile

 

PARTE SECONDA

 

ESPRESSIONE E CALCOLO DI INTERVALLI E TEMPERAMENTI

Espressione degli intervalli principali come rapporti tra lunghezze di corde

Espressione dell'ottava pura

Espressione della diapente

Espressione della diatessaron

Espressione del ditono

Espressione degli intervalli come rapporti tra frequenze

Operazioni tra intervalli

L'espressione degli intervalli con i cents

I principali intervalli perfetti

I tre intervalli fondamentali

Lista completa degli intervalli

 

ESEMPI DI PROCEDURE DI CALCOLO DEGLI INTERVALLI E DEGLI SCHEMI DEI TEMPERAMENTI TRATTATI NELLA PRIMA PARTE

L'intonazione pitagorica

La scala di Zarlino detta anche naturale o dei fisici

Il temperamento mesotonico a terze maggiori pure

Temperamenti circolanti

ETS 19

 

Letture Consigliate

Indice dei nomi