LIBRO FUORI CATALOGO. E' STATO SOSTITUITO DA

   OPUS ALIENUM

 

Michele Chiaramida

Il Canto Gregoriano
Funzioni e Significati: Un approccio multidisciplinare.
Presentazione di Federico Del Sordo
 
Pp. 240, Numerosissimi esempi
N. Cat. I&C 009

€ 34,00

Indice del Volume
Presentazione del volume
L'Autore
Altri libri di Musicologia

collana Intelligere & Concertare

 

UN LIBRO CHE IN MODO APPROFONDITO SI RIVOLGE A TUTTI COLORO CHE VOGLIONO CONOSCERE IL CANTO GREGORIANO

 

 

PRESENTAZIONE DEL VOLUME

Perché proporre oggi un libro sul canto gregoriano? La valenza delle problematiche che questo repertorio ha suscitato e la molteplicità di punti di vista e approcci analitici che sono in qualche modo legati a esso non possono essere esclusi dai variegati universi di coloro che a vario titolo si occupano di fenomeni musicali, ma anzi ne costituiscono il necessario completameto.

Ecco dunque un testo divulgativo e pluridisciplinare rivolto a una platea eterogenea di tipi: musicisti in senso stretto come organisti, direttori di coro o compositori di musica liturgica ma anche studiosi interessati a discipline più teoriche come la storiografia musicale, la semiologia della musica, la sociologia della musica e simili. Una narrazione “aperta” dunque, volutamente priva di un'unica traiettoria espositiva e caratterizzata dalla rinuncia a un unico centro prospettico in favore di un iter comunicativo pluripolare, dove diversi saperi e competenze si integrano vicendevolmente, lasciando la decodifica delle informazioni al lettore il quale procede in base alle sue precognizioni e alla sua enciclopedia.

Una simile prospettiva epistemologica parte necessariamente dalla considerazione della assoluta preminenza dell’analisi culturale rispetto a qualsiasi altro approccio analitico. Così, accanto ad argomenti abitualmente trattati dai manuali specialistici, si troveranno elementi tradizionalmente marginalizzati dalla musicologia classica: condotte musicali, comportamenti legati alla produzione e alla ricezione musicale, meccanismi soggiacenti alla notazione

 


 L' AUTORE

È docente in ruolo per la cattedra di organo complementare e canto gregoriano presso il conservatorio «G. Martucci» di Salerno. Collabora con la cattedra di sociologia della musica della Facoltà di Sociologia dell’Università degli Studi «La Sapienza». Attivo come concertista (organo, clavicembalo), è attualmente impegnato in attività di ricerca orientata prevalentemente verso la prassi pedagogica antica e gli aspetti socio-comunicativi a questa legati.


INDICE DEL VOLUME

Presentazione

Introduzione

Capitolo primo: Nozioni generali

Coordinate storico-critiche

Morfologia del repertorio gregoriano

La salmodia

Le fonti e la tradizione orale

 

 

Capitolo secondo: La liturgia

Definizione e distinzioni terminologiche

L'assemblea liturgica e le sue funzioni

I fedeli

Il celebrante

Il diacono

Il lettore

Il salmista

La schola

L'anno liturgico

La Messa

I recitativi liturgici

I canti dell'ordinarium

Kyrie

Gloria

Credo

Sanctus

Agnus Dei

I canti del proprium

Introito

Graduale

Tratto

Alleluja

Sequenza

Offertorio

Communio

L'Ufficio divino

Versetto

Invitatorio

Inno

Antifona

Salmi e Cantici

Letture

Responsorio

Te Deum

Cantici evangelici,

Antifone mariane

La prassi alternatim

 

I libri liturgici e le edizioni di canto gregoriano

Canti della Messa

Canti dell'Ufficio

Altre edizioni

L'ordinamento liturgico preconciliare

La Messa

L'Ufficio

L'anno liturgico

 

Capitolo terzo: La notazione

L'eclissi della memoria

La notazione adiastematica

Punctun, virga, tractulus,

Pes o podatus,

Clivis,

Porrectus,

Torculus,

Climacus,

Scandicus,

La notazione diastematica

 

Primi elementi di lettura

la grafia fondamentale

Elementi complementari,

Il rigo

La Chiave

Le stanghette

Le alterazioni

La flexa e l'asterisco

La cifra, la lettera e la sigla

 

Variazioni ritmiche ed espressive

Il sistema di nomenclatura

Neumi di conduzione

Oriscus

Pressus

Virga strata

Salicus

 Pes quassus

Adeguamenti della notazione quadrata

Quilisma

Neumi con note all'unisono

Bivirga e trivirga

Strophici

Trigon

Evoluzione della notazione quadrata

 

 

Capitolo quarto: Il ritmo

Considerazioni generali

Il valore delle note

La declamazione del testo

La pronuncia latina

Concetto di sillaba e divisione sillabica

L'accento

Articolazione ritmica e fraseggio testuale

Le cadenze della salmodia semplice dell'Ufficio

 

 

Capitolo quinto: La modalità

Modalità come sistema di classificazione

Modalità come scienza della modalità

La modalità fino al IV secolo (mod. arcaica),

La modalità dal IV all'VIII secolo (mod. evoluta)

L'evoluzione nell'Ufficio e nella Messa

La ristrutturazione del repertorio (VIII secolo)

Classificazione dei canti della Messa

Classificazione di canti dell'Ufficio

Tabula omnia revelans: sintesi delle etimologie di ciascun modo d'octoechos:

La modalità dopo l'VIII secolo,

Gli Invitatori,

I Responsori prolissi,

L'innodia misurata, 1

I canti dell'ordinario della Messa (Kyriale),

Modalità come campo di analisi

Modalità come principio etico

I toni stereotipati della salmodia

I toni in stile sillabico

I toni semiornati

I toni di genere ornato

 

Scala, modo, tono: ambiguità terminologiche

La scala

Il modo

Il tono

Origini storiche dei modi d'octoechos

 

 

Capitolo sesto: Significati sociali

 Il canto gregoriano nell'analisi di J. Shepherd

Significati sociali dell'octoechos

 

 

Capitolo settimo: L'accompagnamento organistico

Presupposti teorici

Focalizzazioni

Armonizzazione e accompagnamento,

Armonia,

Densità armonica,

L'intonazione

Riferimenti