Federico Del Sordo

Senza offendere le misure del tempo
Frammenti di filologia per una historically informed performance sugli strumenti a tastiera (1600-1780 ca)
€ 110,00
ISBN 978-88-95738-85-7
N. Collana I&C 018
pp. 770; numerosi esempi musicali
Indice del Volume
Presentazione del volume
Altri libri di Musicologia
Altri libri sugli strumenti a tasto

collana Intelligere & Concertare

Una raccolta di riflessioni che mirano a fornire un primo kit di strumenti scientifici (storia, filologia, prassi esecutiva) per affrontare il repertorio destinato alla tastiera dei secoli xvii e xviii. Successivamente a un quadro generale dello status delle ricerche sull’interpretazione, il testo affronta le questioni legate al tempo (inteso come matrice utile a stabilire vari parametri dell’esecuzione legati alla velocità e al carattere), alla modalità (quale concetto indispensabile all’analisi delle composizioni del xvii secolo), due ampi capitoli dedicati all’alternatim organistico in Italia e in Francia e una parte finale ove vengono aggiornati i dati sul basso continuo, già oggetto di un ampio saggio del medesimo autore, pubblicato in questa collana nel 1996 (Federico del Sordo, Il Basso Continuo).

 

I contenuti in sintesi:

Prefazione di Paola Besutti

Prima di ascoltare, prima di suonare: Alcune parole introduttive

Per uno statuto dell’interpretazione: Segno, forma, formazione

Poetiche del senso in musica: Composizione, retorica, rappresentazione

Il gene temporale nella grammatica dell’esecuzione: Velocità, metro, gestualità

La rete storica delle strutture profonde: Modalità e musica per tastiera nel secolo XVII

Se le aspirazioni dell’arte mediano la memoria: Coerenza e innovazione dell’alternatim in Italia, nel Seicento

Il custode del lauro: L’epica religiosa degli organisti, nell’era di Louis XIV

L’eloquio dell’accompagnamento: Storia, tecnica ed estetica del basso continuo

Riferimenti bibliografici (oltre 80 pagine!)

Indice completo

 

Dello stesso Autore: