2157

Antonio Juvarra 

In te si canta

Uscire dalla prigione foniatrica ed entrare nell'universo del canto

€ 22,00
ISBN 978-88-99619-08-4
N. Collana MAN 126
pp. 196,  cm 16 x 23
Indice del Volume

collana MANUALI

ALTRI LIBRI SULLA MUSICA

Il libro parla di tutte le gabbie, i gessi e le impalcature invisibili che la didattica vocale moderna ha costruito attorno alla voce nell’illusione di controllarla meglio (e col risultato di soffocarla), e di come imparare a liberarsene. Questo tipo di controllo statico e rigido, introdotto nel canto dalla foniatria artistica un secolo e mezzo fa e basato su una serie di azioni muscolari volontarie localizzate, si sta dimostrando col tempo sempre più nocivo e va pertanto sostituito con un diverso paradigma tecnico-vocale. E’ ora di svegliarsi insomma dall’ipnosi collettiva del controllo meccanico diretto della voce (fallimentare utopia, prodotta dalla scienza dell’Ottocento) e tornare a quella concezione tecnico-vocale olistica e naturale, che ha fatto grande nei secoli la scuola di canto italiana storica.

 

L'AUTORE

ANTONIO JUVARRA insegna canto all’Accademia d’arte lirica di Osimo (con Raina Kabaivanska, Lella Cuberli e William Matteuzzi) e storia delle tecniche vocali al Conservatorio di Castelfranco Veneto. Ha cantato come solista nei più importanti teatri lirici, tra cui la Scala di Milano, la Fenice di Venezia e l’Arena di Verona, con direttori come Riccardo Muti, Gianandrea Gavazzeni e Julius Rudel.

Oltre che di numerosi saggi e articoli, è autore dei seguenti testi sul canto:  il trattato Il canto e le sue tecniche (Ricordi, 1987), il metodo teorico-pratico Lo studio del canto (Ricordi, 1999), entrambi adottati come testi di studio in molti conservatori italiani, il volume di aforismi Riflessioni figurate sul canto (Armelin, 2002), i libri I segreti del belcanto. Storia delle tecniche e dei metodi vocali dal Settecento a oggi (Curci, 2006), Cantare, decantare, incantare (Ut Orpheus, 2011), Incontri, esperienze e idee sul canto, (Ut Orpheus, 2013), Canto perduto, canto ritrovato (Armando, 2014), il libro con DVD La tecnica vocale italiana (Armelin, 2014) e i volumi Esserci o non esserci nel canto (Ut Orpheus, 2014) e In principio era il canto (Ut Orpheus, 2015). Ha curato inoltre, per la casa editrice Armelin, l’edizione moderna del metodo teorico-pratico di Francesco Lamperti.

E' stato invitato a tenere corsi di canto presso il Mozarteum di Salisburgo, il Conservatorio Superiore di Strasburgo, la Scuola dell’opera italiana di Bologna oltre che presso numerosi conservatori italiani, tra cui il Conservatorio di Napoli e il Conservatorio di Venezia, ed ha partecipato come relatore a vari congressi scientifici internazionali sulla voce cantata

.

.

INDICE

I           Introduzione. Il quinto cieco

II         Lettera aperta a Celine Dion o della didattica vocale foniatrica

III        To be or to do: that is the question

IV        Italians ovvero tempi che cambiano

V         Dare la flebo ai morti viventi e murare col cemento i sepolti vivi

VI        Virtuose  della balbuzie concettuale

VII       Figure  dell'immaginario vocale

VIII     Il segreto del grande "giro"

IX        Sette postulati di scienza belcantistica

X         Superprofessionisti  cantando, dilettanti allo sbaraglio insegnando

XI        Frasi a effetto

XII       La tecnica del belcanto come semplificatore di complessità

XIII     Il "si canta come si bisbiglia" del neobelcantista f.p.

XIV     Vero e falso dire nel canto

XV      Lo strano caso degli allievi  "virtuosistico-virtuali"

XVI     Voice balls ovvero  i pallonari del "prodotto vocale"

XVII    A volte raddoppiano

XVIII   Il respiro del canto e della vita

XIX     Luna park tecnico-vocali

XX      Alle sorgenti della cultura del belcanto

XXI     Cronache dal "Libro delle facce"

XXII    Grandi cantanti di serie "A" che hanno snobbato le teorie meccanico-muscolari

XXIII   Belcanto e meccanocanto

XXIV  Stirpi canore naturali

XXV    La formula di mancini ovvero sinergie naturali del canto

XXVI  I trip dell'esotismo vocale

XXVII La voce "alta"

XXVIII Dell'affondare e del galleggiare nel canto

XXIX  Storie  italiane di canto affondato (e affogato…)

XXX    Mondi paralleli "specialistici"

XXXI  Dialogo di un belcantista e un affondista

XXXII Gianguido Mussomeli intervista Antonio Juvarra

 

 

 

 

Dello stesso Autore: