Roberto Caterini

Manuale di sopravvivenza del trombettista

(Come non toccare mai il fondo..)

Pp. 66
€ 19,50
Indice
ISBN  979-0-2158-2195-8
N. Collana MAN 132

Altre PUBBLICAZIONI PER TROMBA

 

Video dimostrativi sul canale Youtube / Demo video on channel Youtube:

"Manuale di sopravvivenza del trombettista 

 

“Tu joues pas extrêmement faux,

mais c'est très faux”

Tu non suoni estremamente sbagliato, ma è molto sbagliato.

“You don’t play extremely wrong, but it’s very wrong”

Pierre Thibaud

 

Premessa

Ho studiato molti anni con Pierre Thibaud e questa era una frase che diceva spesso a quelli che studiavano con lui.

Voleva dire che se non sei veramente a posto potrai suonare discretamente ma non riuscirai comunque ad arrivare ad un buon livello ed a volte la differenza è veramente piccola.

Gli mostrai una bozza del libro e la trovò interessante e che era una buona idea perché non ci sono libri così strutturati per chi inizia.

Molte persone credono che quando si incomincia a studiare l’importante è suonare, dopo ci si metterà a posto; la mia esperienza personale mi ha insegnato che è importante cominciare bene per non perdere tempo in un secondo momento a correggere errori di impostazione che limitano le proprie esecuzioni.

Ho trovato sempre difficoltà nel trovare un metodo per un trombettista agli inizi che contenga quello che è importante studiare; in fondo si tratta solo di una raccolta di esercizi che affrontano i vari aspetti del suonare la tromba per chi è alle prime armi o per chi suona e vuole ripassare alcuni concetti di base.

 

Introduction

I studied many years with Pierre Thibaud and this was a phrase that he often used to say to those who studied with him.

He wanted to say that if you're not really settled you can play fairly but however you will not be able to arrive at a very good level and sometimes the difference is really small.

I showed him a draft of the book, he found it interesting and said that it was a good idea because there are no books structured in this matter for beginners.

Many people believe that when one begins to study the important thing is playing, later everything will go in place; my personal experience has taught me that a good start is important not in order to waste time later to correct setting errors that limit your performance.

I always found difficult to find a method for beginners that contains what is important to study; after all, this book is just a collection of exercises that deals with various aspects of playing trumpet for those who are beginners or for those who play and want to revise some basic concepts.