Silvio Omizzolo 

(1905-1991)

Divertimento in tre tempi
Per clarinetto in si bem. e pianoforte
A cura di / Edited by Elio Peruzzi
 
N. Cat. PDM 010

€ 18,00

Altre composizioni per CLARINETTO

Silvio Omizzolo (cenni biografici)

 

Nacque a Padova il 26 agosto del 1905. Allievo dal 1923 di Renzo Lorenzoni, si diplomò in pianoforte a Milano nel 1927. Conseguì nel frattempo la maturità classica per poi laurearsi in Giurisprudenza all'Università di Ferrara.

 

Per la composizione fu praticamente autodidatta, pur facendo tesoro degli incoraggiamenti e dei prestigiosi consigli di Almerigo Girotto. Al 1928 appartengono i suoi primi lavori per pianoforte, seguiti da numerose opere sia per lo stesso strumento che per vari complessi vocali e strumentali. Nel 1943 ottenne il primo premio al Concorso del Sindacato Musicisti, e, in seguito, altri numerosi importanti riconoscimenti, tra i quali, nel 1969, un terzo premio al Concorso internazionale "Regina Elisabetta" di Bruxelles, con il Concerto per pianoforte e orchestra, unica opera italiana prescelta fra 200 concorrenti. Numerose sue composizioni, alcune delle quali edite da Zanibon e da Ricordi, sono state eseguite in pubblico e trasmesse dalla RAI.

 

All'attività compositiva affiancò quella concertistica e didattica. Ha tenuto numerosi concerti - anche radiotrasmessi - in qualità di solista, in duo pianistico e in collaborazione con altri musicisti. Dal 1933 al 1974 è stato titolare di una cattedra di pianoforte principale presso il Conservatorio "C. Pollini" di Padova, allora Istituto musicale pareggiato. Del medesimo Istituto è stato anche direttore, dal 1966 al 1971, contribuendo attivamente alla sua trasformazione in Conservatorio Statale.

 

Insegnò al Conservatorio "Canneti" di Vicenza negli anni 1941-42 e tra il 1960 e il 1963 (di questo Istituto fu anche direttore nell'anno scolastico 1962-63), e presso il Conservatorio "B.Marcello" di Venezia dal 1942 al 1944.

 

Si spense a Padova nel 1991, a 85 anni.